lunedì 31 dicembre 2007

La prima indagine del commissario Cantagallo

Arriva la primavera a Collitondi e anche i guai per il commissario Angelo Cantagallo. Un vicolo cieco del paese toscano diventa il silenzioso teatro di sanguinosi delitti. Dei lavoratori immigrati sono uccisi a colpi di coltello da un brutale omicida che sembra giocare a “gatto col topo” con il commissario. L’assassino mette in scacco Cantagallo che, insieme alla sua squadra di abili colleghi, deve svolgere un’indagine minuziosa per scoprire il colpevole. Pochissime tracce e nessun testimone: questo è il pane quotidiano di Cantagallo che si muove nel mondo del lavoro nero dell’edilizia e degli extracomunitari del paese. La pista investigativa del commissario è sinuosa e accidentata: tutta “poggi e buche”, come dicono in paese. Ma, siccome, si dice anche che “poggio e buca fanno piano”, la strada alla fine si spiana per il poliziotto di Collitondi. La tecnica d’indagine è particolare: è seguita ogni traccia e ogni indizio che, per il commissario, costituiscono le tessere di un “mosaico criminale”. Completato il “mosaico” è risolta l’indagine. Cantagallo analizza i fatti nella sua stanza da lavoro, il vero e proprio laboratorio investigativo del commissariato. Cantagallo cerca di ricostruire il luogo in cui sono avvenuti i delitti e prende in considerazione ogni piccolo dettaglio: visiona anche un filmino del vicolo per immedesimarsi meglio nella scena del crimine. Le cose però si complicano e il commissario capisce che deve agire rapidamente e con molta cautela. A complicargli la vita c’è pure il suo capo, il Questore Fumi Zondadari, detto Zorro dallo stesso Cantagallo. Il Questore lo intontisce di frasi in latino per mascherare la propria incapacità investigativa e per mettere in difficoltà il commissario. Cantagallo è un tipo che non cede facilmente e ribatte a suon di proverbi che lasciano frastornato il Questore e gli permettono di abbandonare la discussione, prima che degeneri. Il commissario abbandona volentieri le discussioni, ma non rinuncia alla buona tavola. Abitualmente, insieme ai colleghi Razzo e Bandino, mangia al ristorante “Attanasio”, dove i piatti squisiti e l’accoglienza della proprietaria sono il migliore biglietto da visita della rinomata struttura gastronomica cittadina. La buona cucina paesana, però, non distrae Cantagallo che con la sua esperienza, la sua intelligenza e la sua squadra riesce a venire a capo della vicenda e a completare il “mosaico”. Tutto è stato risolto con un colpo a sorpresa del commissario. Le sorprese per il lettore, però, non sono finite: l’ultima attende Cantagallo nel vicolo San Giorgio. E come direbbe senz’altro il Questore Zondadari: “Dura lex sed lex… a Collitondi”.

14 commenti:

mauro ha detto...

La trama del libro è buona e piacevole. L'idea di un commissario toscano che indaga con la sua squadra è molto carina. Non appena mi capita l'occasione, penso che comprerò il libro a Poggibonsi. Auguri e in bocca al lupo!

noemi ha detto...

Un saluto al blog e al KOMMISSARIO. Il blog me lo ha segnalato quel "grande lettore" di Mauro. Devo dire ke aveva ragione. Il libro sembra ke sia un buon giallo e anke divertente. Sono di Colle e andrò a comprarlo. Voglio dirlo anke a mia cugina che abita a Poggibonsi. CIAO a TUTTIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!

mauro ha detto...

Ho letto il libro. Il canovaccio è buono e tutta la struttura del giallo regge abbastanza bene. Bell'idea quella delle ricette. Ma sono vere? Ciao a tutti.

noemi ha detto...

Ho comprato il libro alla libreria la Martinella. E' uno spasso! E di Zorro che ne pensi? L'ho consigliato a Agnese e a Piero. msg per mauro: la ricetta dei bomboloni è vera! Me lo ha detto mia nonna! Il giallo è divertente! Ciao Mauro! Ma non dovevi essere a... ...Va be'! Me lo dici domani. Ciao.

Silvano ha detto...

Confermo! Sono di Poggi e ho letto anche io il giallo e le ricette pubblicate nel libro sono vere! La ricetta dei bomboloni è quasi uguale a quella di mia nonna. Lei fa i bomboloni secondo una vecchia tradizione di famiglia. Buona lettura a tutti e... Buon appetito!!! Ciao.

commissario Cantagallo ha detto...

Confermo quanto ha scritto Silvano. La ricetta dei bomboloni presente nel libro è ereditata da una vecchia tradizione di famiglia. Grazie a tutti per la lettura del libro! Alla prossima. Ciao a tutti!

massimiliano ha detto...

Un saluto a tutti. Ho comprato il libro a Poggibonsi e lo sto leggendo. Buona lettura anche a voi. P.S. Per me la signora primetta è divertentissima. Ciao.

massimiliano ha detto...

Sono arrivato al sesto capitolo. Non vedo l'ora di scoprire chi è l'assassino. Ciao.

commissario Cantagallo ha detto...

Un saluto a tutti e un ringraziamento a tutti coloro che hanno comprato il mio libro. Molti lettori hanno apprezzato la storia e il canovaccio del romanzo giallo. UDITE, UDITE!!! Visto il suo successo, informo che fra poco il libro sarà disponibile anche nei supermercati Coop della Toscana. Ciao e grazie a tutti i miei lettori.

commissario Cantagallo ha detto...

Tanti auguri a tutti quelli che hanno letto il mio libro e anche a quelli che non l'hanno ancora fatto!

commissario Cantagallo ha detto...

Salve a tutti! Comunico con vero piacere che il libro è stato visionato e catalogato nella Biblioteca delle Oblate di Firenze, che altro non è che la Biblioteca Comunale Centrale della città. Una notizia per i "futuri" lettori: il libro è arrivato anche alla COOP di Poggibonsi! Il libro è anche presente negli altri Supermercati COOP della Toscana (...ma non posso vederlo di persona!). Il libro non è presente nei negozi InCOOP per gli standard aziendali dell'Agenzia di Distribuzione regionale indicati dalla COOP. Il libro diverte e piace, e alcuni lettori riconoscono nella descrizione del paese toscano "qualcosa di familiare". Vi saluto e mi raccomando: "PASSATE PAROLA"! Ciao, dal vostro commissario Cantagallo.

commissario Cantagallo ha detto...

Udite, udite! la voce - Commissario Cantagallo - è stata pubblicata su wikipedia, l'enciclopedia gratuita della rete internet! Scrivete il vostro commento al libro e se sarà valutato positivamente sarà pubblicato! Ciao a tutti e alla prossima notizia!

commissario Cantagallo ha detto...

NOVITA' in arrivo per questa estate: un nuovo giallo tascabile del commissario Cantagallo!

ATTENZIONE! I wikipediani hanno recensito la voce - Commissario Cantagallo - e hanno stabilito che non sono ammessi i commenti! I commenti non sono neutrali e la tipologia del commento è fuori standard per Wikipedia! Comunque continuate a commentare alla mia casella di posta elettronica il mio libro! GRAZIE! Ciao a tutti e alla prossima notizia!

commissario Cantagallo ha detto...

Salve a tutti! Il libro è già esaurito alla COOP di Poggibonsi e il direttore editoriale Antonio Comerci della rivista Informatore COOP ha pubblicato un articolo sul libro. Grazie a tutti i lettori e CIAO!.